• BLOG

Oman: la nostra guida di viaggio

L’Oman è una destinazione-rivelazione, un sultanato misterioso e affascinante che si apre al turismo senza perdere nulla della propria autenticità. Paese moderno dalle forti tradizioni culturali, l’Oman è una terra che da secoli è aperta al commercio, all’esplorazione e all’accoglienza dei viaggiatori. Magia del deserto, angoli di natura incontaminata, mare stupendo, città cariche di storia e cultura: segui la nostra guida per un soggiorno da Mille e una notte.

I wadi

Paese roccioso aperto sull’Oceano, l’Oman custodisce incredibili bellezze naturali e tesori geologici inaspettati. In questo scenario, i wadi offrono un’esperienza di viaggio unica. Canyon profondi o canaloni rocciosi, i wadi possono inondarsi a un ritmo stagionale e aprirsi in splendide piscine naturali, dove l’azzurro dell’acqua crea un meraviglioso contrasto con l’ocra delle rocce.
Formazioni geologiche del tutto uniche, i wadi dell’Oman possono essere esplorati a piedi o esclusivamente in fuoristrada.
Ecco i siti più belli!
Il Wadi Shab o “gola tra le falesie” si trova a una cinquantina di chilometri da Sur. Dopo un trekking attraverso sentieri incastonati nelle rocce, pozze d’acqua e piccole cascate, il wadi ti ricompenserà con una piscina naturale di acqua cristallina di incredibile bellezza e una grotta nascosta alimentata da una cascata naturale. Il Wadi Bani Khalid, a un centinaio di chilometri da Sur, è un’oasi di più facile accesso e ben attrezzata per accogliere i turisti. Ma se cerchi la sensazione e i paesaggi selvaggi, allora quello che fa per te è il Wadi Mistal, lungo canyon asciutto che si apre su una zona desertica, o il Wadi Bani Awf che si snoda tra le montagne per un viaggio emozionante riservato agli amanti dell’avventura.

Viaggia smart&safe:

  • Nel periodo delle piogge, i wadi possono subire brusche variazioni del livello dell’acqua. Evita escursioni in questo periodo e soprattutto non campeggiare nei canaloni asciutti.
  • Affidati solo a guide o a tour operator certificati, in particolar modo quando ti inoltri nel deserto o in regioni poco battute.
  • Non dimenticare mai di avere con te acqua, cibo, carburante e materiale per le riparazioni meccaniche quando effettui escursioni in fuoristrada.
     

Fai un preventivo e acquista in due minuti!

Assicurazione Viaggio Axa: scegli e acquista online la migliore polizza, economica e completa, per viaggiare nel mondo.

FAI UN PREVENTIVO

I profumi dell’Oman

L’Oman è la terra dell’incenso, la “lacrima degli dei”. Prendi la direzione del Dhofar, la regione più a sud del Paese, e scopri la storia dell’incenso. Diffuso fin dai tempi dell’antichità in tutta la penisola araba – e ben oltre – grazie al commercio marittimo e alle carovane che attraversavano il deserto, l’incenso è la resina magica di un albero endemico, coltivato oggigiorno in vaste piantagioni.

Estratto dalla corteccia intagliata dell’albero e lasciato invecchiare per tre anni, l’incenso viene utilizzato da millenni per il suo profumo e le sue proprietà medicinali.

Gli omaniti lo considerano l’emblema stesso della storia lunga e prosperosa del Dhofar ed è proprio per la produzione dell’incenso che la regione è entrata a far parte del patrimonio mondiale dell’Unesco.
 

Vuoi fare una vacanza mare? Ecco alcune delle spiagge più belle dell’Oman

L’Oman non è solo rocce e deserto, ma anche più di 3000 chilometri di coste affacciate su un mare favoloso. Dalle spiagge di sabbia immacolata alle falesie rocciose, passando per isole e lagune, ecco qualche destinazione mozzafiato per una vacanza mare in Oman.

Il Dhofar vanta un litorale meraviglioso e variegato con zone ripide e frastagliate, ma anche lagune popolate da fenicotteri e un mare ideale per le immersioni e gli sport acquatici.

Se vuoi coniugare relax e amore per la natura, la destinazione che fa per te è la spiaggia di Ras Al Hadd nella quale si trova la “Riserva delle tartarughe verdi”. Qui potrai avvistare le migliaia di tartarughe che ogni anno vengono a deporre le uova o osservare i moltissimi uccelli che trovano rifugio nelle pareti rocciose che sovrastano il mare.

L’Oman è un vero paradiso anche per gli amanti del diving. Se gli spot sono numerosissimi, uno dei più suggestivi è senza dubbio la riserva naturale di Ad Dimaniyat: nove isole immerse nelle acque cristallino del Golfo di Oman tra coralli rari, tartarughe e una ricchissima fauna marina.
 

  • nuove destinazioni all’estero da scoprire nel 2020

La guida di viaggio
 

Quando andare in Oman?

La stagione migliore per visitare l’Oman va da novembre a febbraio quando le temperature non superano i 30°C e le precipitazioni sono scarse.

Il periodo da giugno a settembre – detto anche stagione del Khareef (monsoni) – corrisponde invece alla stagione umida ed è il momento perfetto per un viaggio nel Dhofar. Brume e natura rigogliosa creano un’atmosfera suggestiva e affascinante che merita bene qualche scroscio di pioggia. Inoltre l’influenza dell’oceano rende le temperature del Dhofar molto piacevoli in questo periodo, attirando nella regione anche moltissimi omaniti in vacanza.

Se invece vuoi offrirti un viaggio da sogno a prezzi abbordabili, il periodo meno caro è quello caldo umido dei mesi di aprile e maggio.

 

Usi, costumi, religione dell’Oman

Gli omaniti sono un popolo che coltiva da sempre l’ospitalità. Ecco cosa fare per ricambiare la loro accoglienza e mostrare rispetto per la cultura e le tradizioni del sultanato:

  • gli omaniti praticano la regione musulmana: vestiti in modo appropriato, sia nei luoghi di culto che nelle spiagge, e non mangiare in pubblico durante il Ramadan;
  • chiedi il permesso quando vuoi fotografare persone (in particolare donne e bambini) o proprietà private;
  • guardare ma non toccare”: in Oman applica questo adagio sia al patrimonio naturale che ai manufatti esposti o ai siti storici;
  • non disturbare con rumori o musica ad alto volume quando sei in prossimità delle abitazioni.
     

Cosa mettere in valigia per una vacanza in Oman?

Per le escursioni nei wadi, prendi con te scarpe da ginnastica o da trekking e calzature da sub per il trekking acquatico. Prevedi anche dei teli da mare per stenderti sulle rocce calde, e uno zainetto comodo per avere le mani libere, soprattutto quando devi attraversare corsi d’acqua o percorrere sentieri scoscesi.

Per le tue avventure nel deserto, metti in valigia un copricapo adeguato e degli scarponcini. Se invece hai previsto un soggiorno mare, prendi con te la tua attrezzatura da snorkelling.

E poi naturalmente non dimenticare un’ottima crema solare ad alta protezione, i tuoi occhiali da sole, un kit di pronto soccorso e un repellente per gli insetti.
 

Come vestirsi per un soggiorno in Oman?

Anche in inverno il clima in Oman è piuttosto caldo. Gli abiti più adatti sono dunque leggeri e traspiranti. Porta comunque con te qualche capo più pesante se vuoi andare nelle zone settentrionali che godono a volte di temperature più fresche e un foulard per i locali chiusi sempre molto climatizzati.


Vuoi approfondire?

Se prepari un viaggio in Oman e vuoi avere maggiori informazioni, consulta il sito dell’Ufficio del turismo del sultanato e quello del Ministero del Turismo. Troverai mille idee per il tuo viaggio e tantissimi consigli utili.

LE NOSTRE POLIZZE

  • Viaggio singolo - Shermo Totale

    Viaggio singolo - Shermo Totale

    La polizza ideale per chi non vuole avere pensieri - A partire da 5,16 €/assicurato

    SCOPRI DI PIÙ
  • Polizza Viaggio Annuale

    Polizza Viaggio Annuale

    Per chi viaggia spesso durante l’anno - A partire da soli 72€/assicurato

    SCOPRI DI PIÙ