• BLOG

  • USA

Viaggio nei parchi nazionali USA: i nostri consigli

È l’idea che più riassume il concetto di natura selvaggia e grandi spazi incontaminati che ci facciamo degli Stati Uniti. Un viaggio nei parchi nazionali americani significa assaporare quel sapore di wild west che ha fatto sognare delle generazioni intere. Le cifre, d’altronde, sono da capogiro: i parchi nazionali americani, protetti da uno statuto speciale, sono 61, di cui 14 iscritti al patrimonio mondiale UNESCO. Dall’East Coast alla West Coast, senza dimenticare gli Stati centrali, un viaggio nei parchi nazionali USA permetterà di vivere al contatto con la Natura ma anche di conoscere l’America profonda, magari scegliendo di raggiungere la propria destinazione in auto, con un caratteristico road-trip!

Come per tutte le vacanze internazionali, prenotare con largo anticipo ti permetterà di beneficiare di tariffe vantaggiose per quel che riguarda i voli. Se temi però che un imprevisto possa impedirti di partire per il tuo viaggio nei parchi americani, pensa a sottoscrivere un’assicurazione di annullamento viaggio. Fronte pandemia, gli Stati Uniti non fanno parte dei Paesi in cui l’assicurazione Covid è obbligatoria ma il sito Viaggiare Sicuri della Farnesina raccomanda fortemente questo tipo di polizza.

 

Fai un preventivo e acquista in due minuti!

Assicurazione Viaggio AXA: scegli e acquista online la migliore polizza, economica e completa, per viaggiare nel mondo.

FAI UN PREVENTIVO

Viaggio USA: cosa vedere nei parchi americani?

● Il parco nazionale di Yellowstone

Creato nel 1862, il parco di Yellowstone è il più vecchio al mondo! Tra il Wyoming, il Montana e l’Idaho, il parco nazionale vanta una fauna eccezionale tra bisonti, lupi e orsi e una flora altrettanto ricca. Sempre a Yellowstone potrete ammirare i geyser, questi getti di acqua calda, fenomeno geotermico caratteristico del parco che riposa su un supervulcano!

● Il Gran Canyon in Arizona

Parco nazionale, iscritto al patrimonio dell’UNESCO, il parco nazionale del Gran Canyon è altrettanto famoso che quello di Yellowstone. La natura cambia qui radicalmente, siamo nel deserto profondo, e i suoi paesaggi tagliati dal vento ne fanno uno dei parchi più visitati dell’Ovest americano. Una tappa per gli amanti della geologia in tutte le sue forme! Fra le passeggiate più conosciute, c’è sicuramente il trekking che risale il fiume Colorado, lungo il canyon.

Pronti per partire? Preoccupato dall’idea di ammalarsi in America considerati i costi proibitivi della Sanità? Pensa ad un’assicurazione viaggio America.

● Il parco nazionale delle Rocky Mountain

Nello stato del Colorado, il parco della Rocky Mountain è riconosciuto dall’UNESCO come riserva di biosfera dagli anni 70. Si tratta di un parco dai paesaggi montagnosi (la cima più alta, il picco Longs, culmina a 4 345 metri di altitudine), ideale per i viaggiatori a cui piace fare trekking. Il parco vanta una flora e fauna ricchissima; e si possono avvistare orsi bruni, puma, linci e coyotes!

  • Yellowstone Parchi Nazionali USA

Viaggio nei parchi nazionali USA: le informazioni pratiche

Come si visitano i parchi nazionali americani? Sicuramente con la propria auto! Inoltre, bisogna tenere in mente, e prevedere quindi nel budget della vostra vacanza, che l’accesso ai parchi nazionali americani è a pagamento. Ci sono due possibilità:

● L’ingresso singolo

Potete comprare direttamente il vostro biglietto d’entrata al parco che volete visitare. Di maniera generale, la tariffa varia tra i 10 e 25 USD per parco e per veicolo. Il pass acquisito ha una validità di 7 giorni.

● Il pass annuale

Potete acquistare il pass annuale ufficiale, che si chiama America the Beautiful, al costo di 80 USD. Questo pass dà un accesso ad oltre 2000 parchi nazionali e foreste federali per un anno intero. Da notare, tuttavia, che alcuni parchi federali, come la Monument Valley o Alcatraz e Antelope Canyon, non fanno parte del pass. Si raccomanda, quindi, di consultare la lista dei parchi nazionali inclusi nel pass America the Beautiful quando si organizza il proprio itinerario.

Qual è il mese migliore per un viaggio nei parchi americani?

Per quel che riguarda la stagione per programmare un road-trip, il periodo migliore per programmare il vostro viaggio nei parchi naturali americani dipende, ovviamente, dal parco scelto. Gli Stati Uniti sono vastissimi e i singoli Stati hanno un clima molto diverso l’uno dall’altro! Per esempio, gli inverni sono particolarmente rigidi nel parco nazionale di Yellowstone, che si trova a cavallo di tre stati: Idaho, Montana e Wyoming. Il parco è meraviglioso in ogni stagione ma sicuramente i mesi estivi sono i meno freddi, anche se le temperature superano raramente i 25°C. Molte strade sono chiuse tra novembre ed aprile, a causa della neve.

Sapete per quel che riguarda l’accesso ai parchi nazionali americani, bisogna quindi preparare le formalità per il vostro viaggio negli USA: principalmente informarvi sulle procedure per il visto USA e l’assicurazione viaggio USA. Considerati i prezzi proibitivi delle spese sanitarie americane, un’assicurazione sanitaria USA non è obbligatoria ma è fortemente necessaria, lo raccomanda anche la Farnesina.

I motivi per fare un’assicurazione USA sono legati principalmente al carattere privato della Sanità americana. Inoltre, il sito Viaggiare sicuri consiglia fortemente di premunirsi di un’assicurazione viaggio COVID per le specifiche spese legate al Coronavirus.

LE NOSTRE POLIZZE

  • Viaggio singolo - Shermo Totale

    Viaggio singolo - Shermo Totale

    La polizza ideale per chi non vuole avere pensieri - A partire da 5,16 €/assicurato

    SCOPRI DI PIÙ
  • Polizza Viaggio Annuale

    Polizza Viaggio Annuale

    Per chi viaggia spesso durante l’anno - A partire da soli 72€/assicurato

    SCOPRI DI PIÙ