Dieci mete insolite da visitare in Francia

Data: 08/01/2024
Testo di: Marina Marcout
Traduzione di: Matilde Napoli

Le autorità raccomandano di sottoscrivere un’assicurazione viaggio prima di partire

 

Oui, c’est moi!” Se l’è aggiudicato anche per il 2023, la Francia, il titolo di destinazione più visitata al mondo. Con la sua ricca storia, la sua cultura, la sua gastronomia mondialmente acclamata, il suo patrimonio architettonico che lascia (sempre) senza fiato, i suoi tanti paesaggi dalle bellezze eterogenee, fino al suo lifestyle unico, o art de vivre come direbbero i nostri cugini d’Oltralpe, spesso copiato ma mai eguagliato, la Francia si visita in tutte le stagioni e attira decine di milioni di visitatori.

Ed è proprio questa orda di turisti che vuoi evitare! Non preoccuparti, il paese è abbastanza grande e potrai trovare ancora località più segrete, luoghi (più) remoti, mete tranquille e poco conosciute per trascorrere una vacanza serena, lontano dal caos!

Segui la nostra guida e scopri 10 idee di luoghi poco conosciuti in Francia, lontano dalla folla, per un viaggio fuorirotta:

  1. Tra terra e mare nel Finistère (Bretagna)
  2. Spiagge a perdita d’occhio con vista sull'Inghilterra
  3. Bagni di mare segreti in Corsica
  4. La Charente sul filo dell'acqua
  5. La Dordogna epicurea
  6. Ballando coi lupi in Lozère
  7. I Paesi Baschi diversamente
  8. Fuga nel Mediterraneo sull'Île Verte
  9. Una boccata d'aria canadese nel Giura
  10. Infuso di lavanda nelle Alpi dell'Alta Provenza 

1. Ai confini del mondo su una piccola isola del Finistère

Fissa lo sguardo sull'immensità dell'orizzonte e contempla i confini del mondo (europeo) senza bisogno di viaggiare (troppo) lontano. Questa è la promessa tra terra e mare dell'Isola di Molène, in Bretagna. Situata a 15 chilometri al largo della costa del Finistère, lunga poco più di 1 chilometro e con una superficie di 72 ettari, conferma il famoso detto: "il vino buono si fa nelle botti piccole"! Su una delle sue spiagge di sabbia candida concediti degli attimi di dolce farniente e divertiti contando gli scogli, giocando a nascondino con le maree o avvistando foche grigie e delfini che amoreggiano in lontananza. Una passeggiata di meno di 4 chilometri (parte del sentiero GR34), nel cuore del primo parco naturale marino di Francia, permette di programmare anche soste culturali, alla scoperta dei numerosi siti storici di questo angolo isolato della Bretagna. A fine giornata, regalati una cena con dei frutti di mare gustati davanti al sole che si tuffa nel Mar d'Iroise... Sicuramente uno dei luoghi poco conosciuti in Francia!

Per saperne di più: ufficio del turismo Iroise Bretagne

2. Hauts-de-France: spiagge con vista sull'Inghilterra

Sogni la tranquillità, paesaggi a perdita d'occhio, ma senza vivere da eremita? Le Deux Caps (Pas-de-Calais) sono fra i luoghi poco conosciuti in Francia che fanno per te! Questo sito naturale protetto, situato sull'incantevole Costa d'Opale, si trova tra le città di Boulogne-sur-Mer e Calais, con una superficie di 7.500 ettari e regala una costa lunga di 23 chilometri. Ci sarà decisamente abbastanza spazio affinché ognuno possa trovare il proprio piccolo posto segreto! Di fronte al mare, a due passi dalla Gran Bretagna, tra le scogliere di Caps Blanc-Nez e Gris-Nez, si rivelano delle lunghissime spiagge di sabbia candida, riparate dalle dune e solleticate dal Canale della Manica. Escursioni lungo la costa, kite surf, sand yachting, paddle… non mancano le attività sportive. Ognuna delle 8 città che costellano il sito naturale ha la propria identità: cittadina sul mare Belle Époque per Wimereux, ricca biodiversità ad Ambleteuse, osservazione della fauna marina a Audresselles... Scegli fra le mete insolite della Francia quella che ti conviene di più!

Per saperne di più: Ufficio del turismo del Pas-de-Calais

 

Fai un preventivo e acquista in due minuti!

Assicurazione Viaggio AXA: scegli e acquista online la migliore polizza, economica e completa, per viaggiare nel mondo.

FAI UN PREVENTIVO

3. Paradiso e spiaggia segreta nel sud della Corsica

E se un angolino dell'Oceano Indiano si fosse perso e fosse atterrato sull'Isola di Bellezza, il soprannome che i francesi danno alla Corsica? È ciò a cui potresti pensare una volta arrivato alla spiaggia di Roccapina, nel Sud della Corsica. A differenza di molte altre baie segrete della Corsica, questa spiaggia non richiede sforzo fisico per accedervi. Situata a metà strada tra Bonifacio, la pittoresca capitale, e Sartène, la città amata dallo scrittore di inizio Novecento Prosper Mérimée, è, infatti, facilmente raggiungibile tramite la strada carreggiabile. Dominata dalla statua di un leone sdraiato, scolpita in granito rosa, questa spiaggia lunga 400 metri invita i suoi pochi visitatori a posizionare l'asciugamano sulla sabbia bianca e finissima e a tuffarsi nelle sue acque cristalline.

Per saperne di più: Ufficio turistico di Bonifacio

4. La Charente in chiatta

Non riesci a stare fermo ma non vuoi cambiare alloggio ogni notte? La soluzione ideale è prenotare una chiatta (da guidare senza patente nautica)! Sali a bordo di questa comoda imbarcazione e naviga sulla Charente. Aperto alla navigazione turistica, questo fiume, considerato il "più bello del Regno" da Enrico IV e che sfocia nell'Atlantico, rimane uno dei corsi d'acqua meno conosciuti della Francia. Sul filo dell'acqua e dei vigneti e tra apparizioni occasionali di lontre, visoni o tartarughe, ammirerai le ricchezze naturali e architettoniche della regione durante questa incantevole crociera in uno dei luoghi poco conosciuti della Francia. Da non mancare: una tappa ad Angoulême per il suo imperdibile museo del fumetto, un'altra a Saintes per le sue vestigia romane ed una a Cognac per provare la famosa bevanda ambrata omonima. Potrai anche rinfrescarti con un tuffo nelle zone balneabili, a portata di barca, e dedicarti alla pesca prima di raggiungere Rochefort dove potrai canticchiare le melodie di Josephine, l’iconico film con Catherine Deneuve.

Per saperne di più: informazioni sul sito Infiniment Charentes

5. La Dordogna gourmet, sportiva e serena

Dimentica la folla di Sarlat, che merita ovviamente una (rapida) visita, e scegli invece un altro angolo meno conosciuto della Dordogna. Dirigendosi verso il Perigord verde, molto meno frequentato dai turisti di quello Nero o del Viola, ma altrettanto affascinante. Bagnato dal fiume Dronne, che potrai navigare su di un kayak, il Perigord Vert fu così battezzato da Jules Verne, che rimase colpito dal colore delle sue colline, delle sue valli e dei suoi numerosi corsi d'acqua. Oltre alle numerose passeggiate da praticare a piedi, in bicicletta o a cavallo, lungo i 2.000 km di sentieri del Parco Naturale Regionale Périgord-Limosin, potrai passeggiare per le strade di Brantôme, soprannominata la Venezia del Perigord, o fare uno stage come cercatore d'oro a Jumilhac-le-Grand. Terra di gastronomia, non mancano al programma delle soste gourmet per assaggiare le specialità locali: maiale della razza locale cul noir, noci, funghi porcini, tartufi e l'imperdibile foie gras...

Per saperne di più: il sito web della Dordogne-Périgord Tourisme France

6. Viaggi insoliti in Francia: solo al mondo con i lupi nella Lozère

Hai bisogno di un po' di solitudine e di tanto spazio? Parti nella regione meno popolata della Francia: benvenuto in Lozère! E più in particolare in uno dei villaggi dell'altopiano di Causse de Sauveterre, dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Sistema il tuo campo base a Laval-du-Tarn, che domina le maestose gole del Tarn, e immergiti nella storia di questa città dove nel 1789 fu organizzata una controrivoluzione. Dopo aver esplorato il castello della Caze e ammirato i numerosi menhir e dolmen, lasciati stupire dai capolavori naturali della regione: le grotte di Aven Arman o Dargilan. Riconnettiti con il tuo lato selvaggio recandoti nelle leggendarie terre del Gévaudan, a Saint-Léger-de-Peyre, dove si trova il più grande parco dei lupi d'Europa. E trasformarti in un etologo per una notte, per osservare questi affascinanti e suggestivi animali, prenotando una notte in una “tana” speciale, con vista diretta sul loro recinto.

Per saperne di più: Ufficio del turismo della Lozère

Tutti questi spunti ti hanno dato voglia di partire ma temi che un imprevisto possa rovinare la partenza? Consulta i motivi di garanzie della nostra assicurazione annullamento viaggio, in supplemento con le nostre polizze!

 

  • nuove destinazioni all’estero da scoprire nel 2022

7. I Paesi Baschi in completa discrezione

Ovviamente, Biarritz e Saint-Jean-de-Luz restano delle tappe popolarissime in questa regione del sud-ovest della Francia. Ma per chi cerca tranquillità e angoli incontaminati, si consiglia di esplorare oltre per assaporare un fascino dei Paesi Baschi più autentico (e meno affollato).
Direzione Saint-Étienne-de-Baïgorry, città al confine con la Spagna, situata nei Pirenei Atlantici. Incastonato in una valle color smeraldo, nel villaggio si trovano ancora delle tipiche case navarresi. Dopo aver visitato il castello quasi millenario di Etxauz, dove Charlie Chaplin trascorse più volte le sue vacanze, e un tonificante trekking nel cuore della foresta per raggiungere la vetta dell'Autza, gioca a sfiorare il mare! Da Hendaye, incamminati sul sentiero costiero, tra le montagne e l'Atlantico, per raggiungere la timida Baia di Loya che svela la sua spiaggia selvaggia unicamente con la bassa marea o in barca.

Per saperne di più: Ufficio del Turismo dei Paesi Baschi

8. Gita originale alla “Piccola Isola Verde” nel Mediterraneo blu

Giocare a Robinson Crusoe sulla Costa Azzurra non è una missione impossibile! Dal vecchio porto di La Ciotat (non lontana da Marsiglia), sali a bordo di un (piccolo) traghetto per raggiungere l’isola Verde, ossia l'Île Verte, in 15 minuti. Disabitata, boscosa e minuscola, vi si trovano 3 sublimi spiagge! Sul filo della gita, dirigiti verso quella di Plageolle, la più piccola e discreta, la baia di Saint-Pierre, dove si trovano il porticciolo e un piccolo ristorante, oppure la più lontana baia di Seynerolle, che offre la vista più bella. Non essendoci alloggi, non è possibile dormire sul posto: ti consigliamo, quindi, di prenotare un indirizzo nella campagna provenzale per restare fedele al tuo viaggio fuorirotta. Direzione Ceyreste, un villaggio preservato arroccato tra il Mediterraneo e le colline che offre uno spaccato di vita deliziosamente provenzale, a soli 5 chilometri da La Ciotat.

Per saperne di più: traghetto La Ciotat-Île verte e dove dormire a Ceyreste

9. Nuotare in quota nel Giura

Non c'è bisogno di scegliere tra i piaceri nautici e l'aria pura di montagna quando si va nel Jura francese, una regione che è sicuramente uno dei luoghi poco conosciuti in Francia! Un paese dove la natura ama sdoppiarsi specchiandosi in acque limpide, che svela a chi sa cercare i suoi laghi misteriosi. In particolare quello di Bonlieu, a 2 chilometri dalla città omonima, punto di partenza per un viaggio tra cielo e terra. Scintillando nel mezzo di un folto ambiente boscoso, alimenta le imponenti cascate dell'Hérisson, che si scoprono con sentieri escursionistici. Non lontano, gli stagni turchesi di Clairvaux-les-Lacs accolgono nuotatori, pescatori e appassionati di windsurf nelle loro acque calde e poco profonde. Un soggiorno in un tipico cottage nella Terra dei Laghi, come viene chiamata la regione, ti farà dimenticare ogni desiderio di avere una “casetta in Canadà”! Sei pronto per questa meta insolita da visitare in Francia nel cuore di una natura incontaminata?

Informazioni: Jura Tourisme

10. Bagno alla lavanda nelle Alpi dell'@Alta Provenza

Nel 2017, nella top 5 delle città francesi "più belle e segrete" del Times figurava Digne les Bains. E quanto capiamo il quotidiano britannico che è riuscito a scovare già all'epoca questa perla rara! Capitale storica della lavanda, questa città tranquilla, situata a 608 metri di altitudine ai margini delle Prealpi, non manca di attività e luoghi da scoprire. Per vivere una vacanza “Made in Provence”, prendi posto in uno dei vagoni del suggestivo treno des Pignes da Nizza. Dopo aver lasciato alle spalle le palme della Costa Azzurra, attraverserai campi di timo e ulivi prima di raggiungere la tua destinazione. Abbracciata dagli immensi campi di fiori viola profumati, Digne ti invita alla calma e al dolce farniente. Rilassati nei bagni termali della città o fai un tuffo nel lago Ferréols prima di stenderti al sole su una delle sue “spiagge” erbose. Infine, vivi un'esperienza unica al Museo della Passeggiata, il Musée de la Promenade, che conduce i tuoi passi lungo quattro sentieri dalle atmosfere diverse e ricchi di scoperte. Indimenticabile!

Per saperne di più: il sito dell’ente turistico di Dignes Les Bains

Pronto per viaggiare? non partire senza di noi, metti in valigia la nostra assicurazione viaggio Francia!

 

Questi argomenti potrebbero interessarti

Potrebbe interessarti anche

  • Quando andare a Dubai: tutti i nostri consigli

    Quando andare in vacanza a Dubai, esattamente?

    SCOPRI DI PIÙ